Interpretazione test epatite b

Se desideri presentarti, far conoscere la tua esperienza, questo è il forum per te.
Rispondi
Melek_malika2018
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/11/2018, 16:52

Interpretazione test epatite b

Messaggio da Melek_malika2018 » 16/11/2018, 17:08

Buonasera, vorrei chiedere gentilmente delle lucidazioni sul test fatto a 97 giorni dal rapporto orale attivo non protetto.
Il referto è il seguente:
HBV anti-HBs: negativo.
HBV anti-HBc igG: negativo.
HBV anti-HBc igM: negativo.
HBV HBsAg: negativo.

HO CONTRATTO L'EPATITE B??
il mio test a 97 giorni dal rapporto è considerato definitivo??
Grazie mille di cuore in anticipo della risposta,Buona giornata.

Dr. Viganò
Messaggi: 716
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Dr. Viganò » 19/11/2018, 5:32

buongiorno
non ha contratto l'epatite perchè è HBsAg negativo...
le consiglio la vaccinazione
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Melek_malika2018
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/11/2018, 16:52

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Melek_malika2018 » 24/11/2018, 22:19

Buonasera dottore, intanto mi scuso per il disturbo e vorrei sottolineare il meraviglioso servizio che offre a chi come me sta vivendo un incubo.
Vorrei fare una serie di domande ed aspetto con ansia una sua risposta, grazie mille di cuore in anticipo.
1)TEST EPATITE B A 97 GIORNI DAL RAPPORTO A RISCHIO (fellatio non protetto) DEFINITIVO O DA RIPETERE?

2)HBSAG,C'È IL RISCHIO CHE SI NEGATIVIZZI E QUINDI NON RISULTI EVENTUALMENTE "POSITIVO"? SE SÌ, QUANDO?

3)HO FATTO TUTTO IL CICLO VACCINALE PER EPATITE B (SONO NATA NEL 2001) MA HBSAB È NEGATIVO, PERCHÉ CIÒ AVVIENE?

4) TEST ANTI-HCV NEGATIVO A 3 MESI, POSSO CONSIDERARLO DEFINITIVO?

La prego spero di ricevere una sua risposta, so che ha centinaia di casi da trattare ma non riesco più a vivere, buona serata.

Dr. Viganò
Messaggi: 716
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Dr. Viganò » 29/11/2018, 14:23

Buongiorno
mi scusi ritardo nella risposta ma la sua domanda è finita in un file "sbagliato"


1) Il test a 97 giorni dal possibile contatto è definitivo
2) se uno contrae l'epatite in età adulta ha più del 95% di possibilità di guarire e questo accade in circa 4/6 mesi
ma in questo caso si positivizza: anti-HBs e anti HBc
3) benchè abbia fatto vaccino esiste possibilità che non si siano formati anticorpi...le consiglio dose richiamo
il test
4) il test anti HCV negativo a 3 mesi non può essere definitivo perchè c'è il "periodo finestra" che arriva fino a 6 mesi
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Melek_malika2018
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/11/2018, 16:52

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Melek_malika2018 » 30/11/2018, 16:04

Buonasera dottore, grazie mille per la sua risposta veramente.

Mi rimangono due dubbi poi la smetterò di disturbala.

1) perché lei dice *97 giorni test hbv definitivo; ma molti specialisti,medici di base e "numeri verdi" contro la lotta alle mst, continuano a dire che un test del genere può essere considerato definitivo solo a 6 MESI, 180 GIORNI?.

2) siccome l'hcv ha un periodo finestra di 180 giorni e l'attesa è devastante, quante possibilità ci sono di averla contratta con una fellatio attiva? La sieroconversione a quanti giorni si ha in media?

Grazie ancora,aspetto con ansia una sua risposta.

Dr. Viganò
Messaggi: 716
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Dr. Viganò » 03/12/2018, 11:35

Buongiorno

1) perché diversamente da altri virus come HCV e HIV in cui si fa a dosare la comparsa dell'anticorpo (che ha fino a 6 mesi di periodo finestra) nell'epatite B si va a cercare l'antigene (HBsAg) che ha un tempo di comparsa fino a 10 settimane

2) per HCV se uno vuole avere subito un dato di certezza circa il non averla acquisita basta fare l'HCV RNA
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Melek_malika2018
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/11/2018, 16:52

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Melek_malika2018 » 03/12/2018, 14:29

Salve dottore, grazie ancora del suo consulto, le sue spiegazioni sono sempre chiare e dirette,complimenti ancora.

1) il mio test "HIV 1/2 AB/AG" è stato considerato a 97 dal rapporto a rischio DEFINITIVO, lei nel messaggio precedente ha parlato di un "periodo finestra" di 6 mesi, quindi dovrò ripeterlo per hiv?

2)HCV RNA (l'esame dai lei consigliato) mi può spiegare che cos'è? Che differenza c'è con anti-hcv?crea maggiori falsi postivi?
In quanto l'ho sempre visto (su vari siti internet) come un test per il monitoraggio dell'infezione in corso e non diagnostico.

Scusi del disturbo dottore, Buona giornata.

Dr. Viganò
Messaggi: 716
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Dr. Viganò » 04/12/2018, 8:41

buongiorno
per quanto concerne HCV RNA è un esame che va a cercare la presenza del genoma virale

se un paziente è infetto o si è infettato questo risulta positivo ..anche nel periodo finestra nel quale non si sono ancora formati gli anticorpi
è un test sensibile ma fatto in laboratori certificati non risente di falsi positivi
Buona giornata.
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Melek_malika2018
Messaggi: 5
Iscritto il: 16/11/2018, 16:52

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Melek_malika2018 » 04/12/2018, 16:39

Buona sera dottore,Grazie della sua risposta accuratissima.
Invece per la domanda inerente ad hiv potrebbe rispondermi...

HIV 1/2 AB/AG (COMBO), A 97 GIORNI, DEFINITIVO O DA RIPETERE?

Dr. Viganò
Messaggi: 716
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Interpretazione test epatite b

Messaggio da Dr. Viganò » 05/12/2018, 8:20

il test cui si riferisce serve per la diagnosi precoce di HIV, in un tempo minore rispetto al tempo medio del periodo finestra e si basa sulla ricerca sia degli anticorpi contro il virus che dell’antigene p24 (una proteina presente nella parte interna del virus HIV).
Poichè questa proteina si forma prima dello sviluppo degli anticorpi è indice di un’elevata moltiplicazione del virus ed è rilevabile nel periodo immediatamente successivo al contagio (tra le 2 e le 6 settimane), ma successivamente potrebbe anche negativizzarsi.

È da precisare però che, anche nel periodo indicato, la positività di questo test è largamente probabile (se c'è un'infezione) ma non certa, di conseguenza un suo risultato negativo non ha un valore definitivo ed occorre comunque effettuare il test di ricerca degli anticorpi a distanza di 3 mesi

nel suo caso il test combo negativo a 3 mesi e mezzo ci rassicura sul fatto di non aver contratto l'infezione
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Rispondi