Terapia per Epatite B cronica

Fabri
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/11/2016, 15:35

Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Fabri » 21/11/2016, 15:53

Buongiorno dott. Viganò,
sono in cura dal 2009 con Baraclude 0.5 per epatite cronica B, nell'ultimo esame del sangue di due settimane fa per la prima volta c'è stato un modesto innalzamento dell'HBV-DNA (48 UI/ml); mi è stato proposto, nel caso l'aumento continuasse, di passare a Viread, ma non ho capito se dovrò prendere i due farmaci assieme o se il Viread sostituisce il Baraclude.
Grazie per la sua risposta.

Dr. Viganò
Messaggi: 1140
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Dr. Viganò » 21/11/2016, 16:05

gentile signore,
la prima cosa che le chiedo è se l'assunzione del Baraclude avviene sempre in maniera regolare...senza che mai sia stata dimenticata qualche compressa. Bisogna ricontrollare l'HBV DNA e valutare se è possibile (dipende dalla carica virale) il test di resistenza. la scelta di cosa fare infatti dipende dall'eventuale presenza di una farmaco resistenza, da un'eventuale pregressa esposizione a lamivudina e dallo stadio di funzione renale ed epatica. In fine le chiedo se vi è un controllo ecografiaa addome superiore recente

a disposizione per ogni necessità
cari saluti
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Fabri
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/11/2016, 15:35

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Fabri » 21/11/2016, 18:43

Buonasera dott.,
da quando ho incominciato (2009) avrò mancato 2-3 volte l'assunzione del Baraclude, ma non negli ultimi tempi, può darsi invece che qualche volta abbia posticipato o anticipato l'assunzione giornaliera di 1-2 ore al massimo; domani farò un'altro esame del sangue, ma il mio epatologo mi ha prescritto solo l'HBV-DNA e le alt: può spiegarmi cos'è il test di resistenza e quanto deve essere la carica virale per poterlo fare? Non ho mai preso Lamivudina in quanto il Baraclude è stato il primo e unico antivirale che ho preso da quando nel 2008 si è "risvegliata" l'epatite B; per quanto riguarda la funzionalità renale ed epatica gli esami che faccio ogni 3-4 mesi (bilirubina, protrombina, fosfatasi alcalina, ecc) non danno segni di sofferenza. L'ecografia all'addome, che faccio ogni 6 mesi (l'ultima è di maggio 2016) non dava segni di cambiamento a parte alcuni angiomi presenti però anche nelle ecografie precedenti.
Spero di aver risposto esaurientemente alle sue domande, e, nel ringraziarla, le invio cordiali saluti.

Dr. Viganò
Messaggi: 1140
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Dr. Viganò » 23/11/2016, 4:45

direi che la sua aderenza alla terapia sia ottima
vediamo il dato del nuovo HBV DNA. Il test di resistenza può essere eseguito con una carica virale > 100 UI/mL e serve a vedere se il virus ha creato delle varianti resistenti all'entecavir in quel caso si può usare il tenofovir
mi faccia sapere il nuovo dato di replicazione virale
cordiali saluti
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Fabri
Messaggi: 4
Iscritto il: 21/11/2016, 15:35

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Fabri » 23/11/2016, 16:11

Buonasera dott.,
mi hanno già inviato il risultato degli esami: HBV-DNA è sceso a 13 UI/ml (10-1000000000), mentre le ALT sono salite a 27 U/L (< 41); vorrei però spiegarle alcune cose: per quanto riguarda le ALT dopo essere state a valori molto alti nel 2007-08 (oltre 600) alla riaccensione della malattia, durante tutta la terapia con Baraclude sono state costantemente a valori di 13-15 U/L, mentre nel precedente esame del sangue erano salite per la prima volta insieme al HBV a 24 U/L, forse sono differenze poco apprezzabili, però mi sembra un comportamento strano visto che, questa volta, non sono scese insieme al HBV;
per quanto riguarda l' HBV dall'inizio della terapia ho sempre assunto il Baraclude a colazione, avendo letto sulle "istruzioni" che il maggior effetto del farmaco si ha prendendolo lontano almeno 2 ore dai pasti, mi sono voluto tenere questa "riserva di potenza" per una eventuale salita del valore, e così ho fatto dopo il penultimo esame del sangue; forse non ho fatto bene perchè adesso non so se questo ultimo calo del valore sia dovuto al maggior effetto del farmaco o ad altri motivi.
Mi piacerebbe sapere le sue considerazioni e magari anche sapere cosa mi consiglierebbe di fare se fossi un suo paziente.
La ringrazio molto per la sua pazienza e la saluto cordialmente.

Dr. Viganò
Messaggi: 1140
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Dr. Viganò » 24/11/2016, 23:38

per ora non cambierei terapia e rifarei HBV DNA tra un mese circa per valutarne l'andamento

nell'assunzione del farmaco ciò che conta è che venga preso con regolarità
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

ama80
Messaggi: 3
Iscritto il: 22/10/2016, 21:03

Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da ama80 » 03/12/2016, 20:15

egregio dottore, dovrei essere in cura con baraclude 0.5 ma sono molto incerto. mi preoccupano la precisione che occorre avere nell'assunzione del farmaco e le eventuali conseguenze per una scorretta tenuta della terapia. mi domando: ma è proprio necessario intervenire, rischiando un peggioramento? Esistono persone che senza curarsi hanno continuato a vivere fino a tarda età? Grazie.

Dr. Viganò
Messaggi: 1140
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Dr. Viganò » 04/12/2016, 6:41

non si preoccupi troppo dell'eventuale rischio di dimenticarsi il farmaco
la terapia antivirale è la sola oggi disponibile per evitare la progressione dell'epatopatia
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

sfegata
Messaggi: 3
Iscritto il: 04/05/2012, 23:05

passaggio da lamivudina a entecavir

Messaggio da sfegata » 10/12/2016, 22:17

(ho già scritto con il formulario,non avevo visto questo spazio):epatite b dal 1983, in cura dal 2007 con lamivudina che mi ha azzerato quasi subito l'HBV/DNa enormalizzato le transaminasi.Recentemente l'HBsAg qualitativo è diventato negativo.I medici che mi seguono mi hanno prescritto di passare a Entecavir 1mg, e questo mi sta bene, ma vorrebbero che per almeno un mese assumessi ENTRAMBI I FARMACI ( lamivudina e entecavir).Lei cosa ne pensa? Non avrò delle conseguenze negative?grazie

Dr. Viganò
Messaggi: 1140
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: Terapia per Epatite B cronica

Messaggio da Dr. Viganò » 11/12/2016, 4:34

sinceramente non capisco le ragioni del cambio di terapia (da lamivudina ad entecavir) visto che non descrive problemi con la terapia ma solo un evento positivo (l'HBsAg diventato negativo). Ora deve solo consolidare il risultato per almeno un anno e pur in assenza dell'anti HBs (se non cirrosi) si può sospendere la terapia.
nel caso del passaggio da lamivudina ad enetcavir non vi è bisogno di sovrapposizione tra i due farmaci
a disposizione per ogni ulteriore necessità
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

Rispondi