epatite b con calcoli alla cistifelia

Rispondi
vincenzo ruti
Messaggi: 17
Iscritto il: 04/05/2012, 22:50

epatite b con calcoli alla cistifelia

Messaggio da vincenzo ruti » 14/06/2013, 20:33

Carissimo Dott.Viganò grazie anticipatamente. ho un dubbio che mi affligge visto che ormai dopo la colica biliare avuta nel 2011 per piccoli calcoli con sabbia e fango alla coleciste.sono in terapia con deursil da 450mg una al giorno dopo i pasti, ho fatto nuova ecografia a maggio 2013 e hanno trovato un calcolo di 9mm che si è ingrossato negli ultimi mesi prima non veniva visto,il mio dott.specialista mi dice che sono indicato per intervento da programmare,se al prossimo controllo i calcoli saranno evidenziati,ho da chiederle posso stare tranquillo avendo un virus inattivo di epatite b. grazie dottor viganò della risposta.

Dr. Viganò
Messaggi: 1123
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: epatite b con calcoli alla cistifelia

Messaggio da Dr. Viganò » 18/06/2013, 8:47

Più i calcoli alla colecisti sono piccoli e più sono insidiosi perchè si possono "muovere" dando le coliche biliari e le possibili complicanze: colecistite, colangite o pancreatite.
Vi è l'indicazione ad eseguire la colecistectomia quando la presenza dei calcoli determina dei sintomi o vi sono delle co-morbidità che rendono più difficoltoso un eventuale intervento in urgenza. Lo specialista che la conosce meglio di me le saprà dare le corrette indicazioni su quando eseguire la colecistectomia.
Nel frattempo si potrebbe aumentare la dose dell'acido ursodesossicolico (10 mg/Kg/die in 2 o 3 somminnistrazioni) per massimizzare le possibilità di sciogliere i calcoli già presenti ed impedirene la formazione di nuovi ma anche per rendere la bile meno densa. Se rimane asintomatico dovrebbe continuare la cura per 6-12 mesi ininterrottamente e ricontrollare una nuova ecografia e quindi decidere. Stia tranquillo che la colelitiasi non può in alcun modo alterare la sua condizione epatologica di carrier inattivo del virus B
Un caro saluto
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

vincenzo ruti
Messaggi: 17
Iscritto il: 04/05/2012, 22:50

Re: epatite b con calcoli alla cistifelia

Messaggio da vincenzo ruti » 20/06/2013, 20:40

Molte grazie Dottor Viganò per aumentare la dose dell'acido ursodesossicolico ne parlerò con il mio specialista. grazie saluti e salute a tutti.

vincenzo ruti
Messaggi: 17
Iscritto il: 04/05/2012, 22:50

Re: epatite b con calcoli alla cistifelia

Messaggio da vincenzo ruti » 20/06/2014, 14:20

Carissimo dottr. Viganò torno su questa domanda dopo un anno e le dico che la mia salute e la mia malattia non ha dato alcun problema,assumo una conpressa del deusil da 450 ormai da tre anni e le chiedo nuovamente una risposta se possibile. giornalmente prendo una compressa di deursil da 450, ma prenderla tutti i giorni può dare complicazioni allo stomaco ho al fegato stesso?,le dico che la coliciste non mi ha dato alcun problema da un anno,e fortunatamente il virur è inattivo,e per questo ringraio il signore.



saluti e salute a tutti vincenzo rutigliano.

Dr. Viganò
Messaggi: 1123
Iscritto il: 28/05/2012, 17:02

Re: epatite b con calcoli alla cistifelia

Messaggio da Dr. Viganò » 24/06/2014, 6:07

l'uso dell'acido ursodesossicolico non ha alcuna ripercussione su stomaco o fegato
ricontrolli l'ecografia per rivalutare la calcolosi
Dr. Mauro Viganò
Dirigente medico U.O. Epatologia
Ospedale San Giuseppe - Milano

vincenzo ruti
Messaggi: 17
Iscritto il: 04/05/2012, 22:50

Re: epatite b con calcoli alla cistifelia

Messaggio da vincenzo ruti » 24/08/2014, 10:35

come sempre grazie della risposta datami dott. viganò.

Rispondi