Contatti indiretti postprelievo

Forum di discussione generale sull'epatite C, esami da fare, problematiche di vario tipo, consigli, suggerimenti, aiuto
Rispondi
Energy
Messaggi: 10
Iscritto il: 14/07/2019, 18:04

Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Energy » 22/10/2020, 14:18

Salve, mio papà ha esguito un prelievodi sangue a casa nostra ad un signore che ha hcv e hiv. Si è sporcato di sangue le mani (era senza guanti) e il tavolo e non so che altro, perchè il primo buco non è andato bene a causa della mancanza del pezzo per raccogliere sangue nelle provette.
Il giorno dopo (visti i risultati) mio papà ha buttato i lacci emostatici sporchi e gli altri strumenti. Non so come abbia pulito (ma senza disinfettanti) e si è lavato le mani, con poca attenzione, come fa lui (e un po tutti) in solo 10 secondi secondi, ma con sapone. Dopo non aveva macchie di sangue visibili ad occhio nudo. Però chiaramente tocca qualsiasi cosa in casa. Veniamo a me. Sono stato operato il giorno prima e ho una ferita che caccia sangue. Devo medicare i punti. Di solito me la fa lui (sempre senza guanti). Ora sono un po preoccupato. La medicazione qul giorno l'ho fatta, ma alla sera, quindi diverse ore dopo. Però non vorrei che accidentalmente lui o io toccando in giro oggetti in casa possiamo aver veicolato uno di quei due virus hiv o hcv nella mia ferita. Visto che è aperta sono spaventato. In casa toccchiamo giustamente di tutto. Sono nel panico perchè io devo fare queste medicazioni ancora per parecchi giorni, tutti i giorni e mio padre non è preciso nelle pulizie nonostante sia infermiere ed ho paura che sul tavolo della dispensa o cibo siano rimaste trace dei virus che poi possiamo toccare. Quindi adesso mi è venuto anche il paico a toccare o mangiare alcune cose. Devo fare controlli?
Scusatemi per la paranoia, ma è un momento che mi sento molto indiveso dopo questa operazione e quello che è accaduto a casa mi ha mandato in paranoia. Quindi volevo sapere se le mie paure sono reali o meno. Se possiate gentilmente rispondermi riusciresti a farmici capire qualcosa.
Grazie infinite.

Avatar utente
Annina
Messaggi: 10386
Iscritto il: 06/11/2007, 19:35
Località: Torino-Roma

Re: Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Annina » 22/10/2020, 15:07

energy non parli mai di macchie di sangue, da nessuna parte.. il che mi fa pensare che evidentemente non c'erano tracce di sangue.. il che esclude a priori ogni possibilità di contagio..
non commento il comportamento di tuo padre che da infermiere non segue le più basilari regole di sicurezza..
non è che sei un po' ipocondriaco? perchè a leggere tutti i tuoi post è l'unica cosa che mi salta all'occhio..
Annina - Moderatore non medico
grazie per voler compilare i SONDAGGI

Per Consulenze Mediche utilizzare L'Esperto Risponde

geno 2a/2c
ultimo esame 10 anni post tera negativo!! :)

Energy
Messaggi: 10
Iscritto il: 14/07/2019, 18:04

Re: Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Energy » 22/10/2020, 15:49

Annina ha scritto:
22/10/2020, 15:07
energy non parli mai di macchie di sangue, da nessuna parte.. il che mi fa pensare che evidentemente non c'erano tracce di sangue.. il che esclude a priori ogni possibilità di contagio..
non commento il comportamento di tuo padre che da infermiere non segue le più basilari regole di sicurezza..
non è che sei un po' ipocondriaco? perchè a leggere tutti i tuoi post è l'unica cosa che mi salta all'occhio..
Ciao annina, il sangue c'era soltanto sugli strumenti che ha usato per fare il prelievo, e che dopo ha buttato (come facevo riferimento ai lacci emostatici) e un po' sulle mani che poi ha lavato anche se velocemente. Da lì non vi è altro sangue visible.

eh con mio papà c'è già stata una fervente lite perchè al di fuori della mia ansia credo di non sbaglaire nel dirgli di usare i dpi che non usa dato che non essendo in ambito lavorativo non è obbligato. Ha delle malformazioni alle mani qindi dice che gli sono scomodi. Oltretutto ero contrario a fargli fare il prelievo a casa nostra, poteva benissimo andare in ospedale. Ma per fargli un favore lo ha fatto da noi. Comunque diciamo che queste veicolazioni indirette sono secondo te più immaginarie che reali? Cioè anche a me sembra paradossale anche se ci fosse del sangue, solo toccando io possa trasportare il virus ingiro e poi arrivare alla mia ferita e contagiarmi (o in altra maneira mangiando ecc...).

Sulla questiostione ansiona ho scritto proprio per questo perchè vorrei essere in grado di discernere il problema. Perchè come dicevo non riesco a capire se ci sia stato un rischio reale o no, perchè ci sono elementi effettivamente accaduti (prelievo) e altri che mi sembrano un po' strani (tocco questo poi quello e porto in giro il virus). Comunque avevo già trattato questo argoemento e chiuso il mio percorso con uno psicologo, ma l'intervento con perdita di tanto sangue da parte mia e questo prelievo di una persone con queste malattie avvenuti la stessa settimana mi hanno fatto esplodere. Per questo mi sento così. Come se avessi rischiato di contagiarmi. Come vedi ci sono elementi veri e altri un po' meno.

Se vuoi dirmi la tua mi farebbe piacere e scusami per il mio sfogo personale, ma confrontarsi mi aiuta.

Avatar utente
Annina
Messaggi: 10386
Iscritto il: 06/11/2007, 19:35
Località: Torino-Roma

Re: Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Annina » 22/10/2020, 16:17

Energy nessuna scusa.. siamo quì apposta..
L'epatite C si trasmette quando del sangue infetto va a contagiare sangue sano.. questo può avvenire solo in maniera diretta: sangue-sangue..
manca completamente l'elemento oggettivo nel tuo racconto.. lo dici tu stesso "il sangue c'era soltanto sugli strumenti che ha usato per fare il prelievo, e che dopo ha buttato (come facevo riferimento ai lacci emostatici) e un po' sulle mani che poi ha lavato anche se velocemente"
da dove sarebbe mai arrivato il sangue infetto sulla tua ferita?
infine, smettiamo di pensare "se ci fosse del sangue" perchè il sangue si vede.. c'era o non c'era? se scrivi "se ci fosse" per me quel sangue non c'era.. e se non c'è non infetta
Annina - Moderatore non medico
grazie per voler compilare i SONDAGGI

Per Consulenze Mediche utilizzare L'Esperto Risponde

geno 2a/2c
ultimo esame 10 anni post tera negativo!! :)

Energy
Messaggi: 10
Iscritto il: 14/07/2019, 18:04

Re: Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Energy » 22/10/2020, 16:53

Annina ha scritto:
22/10/2020, 16:17
Energy nessuna scusa.. siamo quì apposta..
L'epatite C si trasmette quando del sangue infetto va a contagiare sangue sano.. questo può avvenire solo in maniera diretta: sangue-sangue..
manca completamente l'elemento oggettivo nel tuo racconto.. lo dici tu stesso "il sangue c'era soltanto sugli strumenti che ha usato per fare il prelievo, e che dopo ha buttato (come facevo riferimento ai lacci emostatici) e un po' sulle mani che poi ha lavato anche se velocemente"
da dove sarebbe mai arrivato il sangue infetto sulla tua ferita?
infine, smettiamo di pensare "se ci fosse del sangue" perchè il sangue si vede.. c'era o non c'era? se scrivi "se ci fosse" per me quel sangue non c'era.. e se non c'è non infetta
Ho capito, infatti a mante lucida non ho avuto nessun contatto diretto col suo sangue.
Sai forse cos'è che mi si è inculcato nella mente? Una volta lessi (non ricordo dove) che, a contrario dell'hiv, l'hcv era molto più resistente e che con poca quantita ci si possa contagire e quindi anche con sangue non visibile. Credo si parlasse di lame del barbiere. Probabilmente questo era molto fuorviantesu alcuni aspetti.
Poi penso che dentro di me, quello che mi capita è il prendere determinati elementi e decontestualizzarli, in un momento di difficoltà mentale come questa (situazione modiale ed operazione) che mi rende molto suscettibile a ciò che mi fa paura. Così prendo la situazione del prelievo, la fuoriuscita di sangue, che poi non sarà stata tanto, se non quello che può uscire in un normale prelievo (ma che non ho visto xchè in quel momento me ne sono stato in un altra stanza) e ci costruisco, mettendoci quella credenza di cui ti parlavo, il contatto dagli strumenti e tavolo e da lì il trasporto alle mani, poi agli oggetti e al cibo di casa, fino a me e alla mia ferita.

Energy
Messaggi: 10
Iscritto il: 14/07/2019, 18:04

Re: Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Energy » 23/10/2020, 23:01

Annina ha scritto:
22/10/2020, 16:17
Energy nessuna scusa.. siamo quì apposta..
L'epatite C si trasmette quando del sangue infetto va a contagiare sangue sano.. questo può avvenire solo in maniera diretta: sangue-sangue..
manca completamente l'elemento oggettivo nel tuo racconto.. lo dici tu stesso "il sangue c'era soltanto sugli strumenti che ha usato per fare il prelievo, e che dopo ha buttato (come facevo riferimento ai lacci emostatici) e un po' sulle mani che poi ha lavato anche se velocemente"
da dove sarebbe mai arrivato il sangue infetto sulla tua ferita?
infine, smettiamo di pensare "se ci fosse del sangue" perchè il sangue si vede.. c'era o non c'era? se scrivi "se ci fosse" per me quel sangue non c'era.. e se non c'è non infetta
Ciao Annina

Ho parlato con il mio psicologo, parleremo dell'evento al prossimo appuntamento.

Tornando alle modalità di trasmissione dell'hcv, se ho ben capito i contatti mediati da oggetti o mani non sono contatti a rischio vero? A meno che non parliamo di grosse quantità di sangue visibile.

Avatar utente
Annina
Messaggi: 10386
Iscritto il: 06/11/2007, 19:35
Località: Torino-Roma

Re: Contatti indiretti postprelievo

Messaggio da Annina » 26/10/2020, 10:47

energy
la base è che tu devi avere un taglio sanguinante.. in assenza di quello puoi anche tirare su un bicchiere che trabocchi sangue infetto e non succede nulla.. per fare un esempio chiaro ;)
Annina - Moderatore non medico
grazie per voler compilare i SONDAGGI

Per Consulenze Mediche utilizzare L'Esperto Risponde

geno 2a/2c
ultimo esame 10 anni post tera negativo!! :)

Rispondi