Pagina 14 di 16

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 12/02/2012, 20:34
da luke
Ciao Paolo,comincio col darti un dato puramente indicativo,ossia che anche io durante la fase finale della mia breve terapia,
forse perchè ero diventato impaziente,ebbi dei "tentennamenti emotivi" e pertanto tendevo a sentirmi più fragile...
Mi è molto dispiaciuto sapere da te di tali fragilità,non me lo sarei mai aspettato...
Mi sembri una persona molto coerente,razionale...
Beh,non devo certo dare io dei consigli a te Paolo,ma tu sai molto bene che non in tutte le cose conta l'eta fisica...
Sei una persona colta,intelligente e piena di buoni sentimenti,e mi sono rimaste impresse nella mente
delle frasi molto sagge che credo di avere letto in qualche tuo post.
Mi sembra che una di esse,che si adatta molto bene al mio caso,dicesse pressapoco che se una persona vuole veramente qualcosa la ottiene,altrimenti otterrà solamente scuse...
Indipendentemente dalle motivazioni che hanno scaturito in te tali pensieri tristi,io penso che te hai molte qualità su cui contare,e per quel che concerne l'esito della terapia,te sai bene che per ora hai vinto e che ci sono farmaci molto potenti in
arrivo:che bisogno c'è di pensare a delle cose brutte,specialmente dopo una terapia lunga ...?
Ciao Paolo :wink:

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 13/02/2012, 10:25
da paolo57
Grazie ancora, siete molto cari,si, sono situazioni tipiche di fine terapia,ma adesso ho capito il mio stato d'animo, io sono al terzo tentativo e la paura di fallire è forte,il mio fegato ha gia subito dei danni e la terapia come dicevo, è si una prigione ma anche una barriera che almeno con quel "non rilevato", adesso mi fa sentire guarito,è uscire allo scoperto per la terza volta che mi impensierisce, il mio errore è stato quello di affannarmi a cercare certezze in più,che non ci sono,e per assurdo,cosi facendo ho perso anche le mie,che erano magari un po esagerate ma sostenevano la cosa fondamentale:
la speranza.
Ma.... continuero a lottare dubbi non ne ho, almeno su questo,non cadete in questo errore,io vorrei che chi è indeciso a curarsi leggesse questi miei stati d'animo,e facesse anche sua la lezione che ho imparato,che è questa:
Per liberarti dall'epatite, prima di tutto, devi liberarti della convinzione che tu non puoi guarire.

Vi abbraccio, Paolo

Immagine

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 13/02/2012, 11:38
da laura.
Pa
è inutile chiederti di non aver paura di volare, di sperare, la paura, come tutte le noste emozioni più grandi e importanti, ce le portiamo dentro, e va attraversata per trovare, forse chissà, la forza per spezzare quelle catene che, se ti danno sicurezza, ti impediscono di vivere...e allora va bene la paura, va bene tutto, e soprattutto la speranza il credere di potercela fare, sempre, Paolino, sempre, in tutte le cose!
E' l'essere attivi nel mondo, con le nostre debolezze e fragilità, che ci rende vivi... la capacità di trasformare, e mi viene da piangere Pa, non credere che sia facile, per me, per te, per nessuno di noi, qui, e fuori di qui... ma ci siamo


H. Marcuse, scriveva, ne La fine dell'utopia,
Iniziando con una verità ovvia, dirò che oggi qualunque forma nuova di vita sulla terra, qualunque trasformazione dell'ambiente tecnico e naturale è una possibilità reale, che ha il suo proprio luogo nel mondo storico. Noi possiamo fare del mondo un inferno, anzi come sapete siamo sulla strada. Ma possiamo anche farne l'opposto. ...
Io credo che una delle nuove possibilità precisamente nella ricerca del regno della libertà già all'interno del lavoro (della natura, della realtà) e non al di là di esso. ... Il concetto di utopia è un concetto storico e si riferisce a progetti di trasformazione sociale di cui si ritiene impossibile la realizzazione. Ma per quali ragioni questi progetti vengono considerati irrealizzabili? Generalmente, quando si discute sul concetto di utopia si parla di irrealizzabilità come impossibilità di tradurre in fatti concreti il progetto di una nuova società, in quanto i fattori soggettivi e oggettivi di una data situazione sociale si oppongono alla sua trasformazione. ... Peraltro, il progetto di una trasformazione sociale può essere considerato irrealizzabile anche quando si trova in contraddizione, con ben conosciute leggi scientifiche, biologiche, fisiche e così via.
Esempio: l'antichissima idea di una eterna giovinezza dell'uomo; oppure: l'idea di un ritorno ad una supposta età dell'oro. Io credo che si possa parlare di utopia solo in quest'ultimo caso, e precisamente quando un progetto di trasformazione sociale si trova in contraddizione con leggi scientifiche realmente determinate e determinabili. In senso stretto solo i progetti di questo genere sono utopistici, vale a dire extrastorici. I progetti del primo gruppo, per i quali non esistono i fattori soggettivi e oggettivi, possono essere definiti irrealizzabili tutt'al più in senso provvisorio.
...I nuovi bisogni vitali rendono possibile, in quanto forze produttive sociali, una totale trasformazione tecnica del mondo della vita, e io credo che nuovi rapporti umani, nuovi legami tra gli uomini possano realizzarsi solo in un mondo così (comunque) trasformato. ... (da qui)... il coraggio di elaborare una definizione del concetto di libertà che possa far sentire e riconoscere quest'ultima come un bene non ancora mai goduto dagli uomini. E proprio perché le cosiddette possibilità utopistiche non sono affatto utopiche, ...la loro coscienzalizzazione, e l'individuazione consapevole delle forze che ne impediscono la realizzazione e che le negano, richiedono da parte nostra una opposizione molto realistica e molto pragmatica, una opposizione libera da tutte le illusioni ma anche da ogni disfattismo, una opposizione che con la sua semplice esistenza sappia rendere manifeste le possibilità della libertà nell'ambito stesso della società esistente.


Scusami Paolo, e scusatemi tutti..(ho tagliato il possibile delle parole bellissime di questi filosofo)
Io credo nella tua speranza e nella progettualità della tua guarigione, lo sai, e per me tu hai tutte le condizioni storico-sociali e anche oggettive e soggettive, intese come caratteristiche di possibilità e realtà, per poter TRASFORMARE e conquistare la tua LIBERTA'... e non è poco!!
Vai amico mio sai che non sei solo
:superman: :ok: :ok: :ok: :ok: :ok: :ok:

http://www.youtube.com/watch?v=TyvowUX4 ... detailpage

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 10:10
da paolo57
La mia terapia finisce qui fine marzo 2012,56 settimane,sono "negativo" e ora aspettiamo,voglio mandare un caro saluto e un abbraccio a tutti quelli che mi sono stati vicino,non vi dimenticherò mai.....auguro buona fortuna a tutti quelli che sono in terapia,e per quelli che aspettano di potersi curare un incoraggiamento : non mollate mai, il futuro appare chiaro finalmente,mai come adesso in tanti anni,presto ci saranno cure tollerabili efficaci e per tutti.....il sole di questi giorni è come una nuova speranza,un nuovo modo di vedere il futuro,la pioggia è andata via...adesso finalmente vediamo più chiaro.
Un abbraccio a tutti.
paolo

0jsw_r0hILQ

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 10:34
da macmary
Ciao Paolo....il mio augurio più grande è che il tuo negativo fino ad ora, resti per sempre...fine terapia non significa che non ci si senta o veda o legga più...da ora in poi, sarai in risalita...post tera.... l'energia e la forza torneranno....te lo garantisco..io mi sento piena di vita e voglia di fare e ...strafare...ed il periodo della tera è un lontano ricordo...spero di non doverci rimettere le mani... come lo auguro a te e a tutti....fra qualche giorno saprò anche io l'esito del mio RNA , e poi se dovesse succedere....certo che la scienza e la medicina stanno facendo passi da gigante....e siamo tutti fiduciosi. ma ora non ci pensiamo...pensiamo... positivo sul nostro ..."negativo" . Intanto ricorda che nel mio next week io sarò alla mostra di Van Gogh a GE. Bella la tua canzone.... vediamo tutti più chiaro, e ti rubo il link.
Ciao un abbraccione!

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 11:17
da Nino
paolo57 ha scritto: Mi godo il momento che ho sempre sognato,essere libero senza passato ne futuro,accontentandomi di quello che sono adesso,l'immediato e’ il solo momento in cui viviamo un esperienza unica ...afferrare la vita e soprattutto provarla......
è da qui che voglio ripartire.
Paolo.
Ti meriti tutto Paolo e I.C.A.B come dicono i pescatori per un futuro piu bello e sereno :coolyea:

Un abbraccio Nino :)

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 11:59
da Gea
Ciao Paolo, mi stai commuovendo ...cerco di capire ciò che significa dire è finita !!!
Cerco di immaginarmi la notte che hai passato sapendo che da oggi niente terapia, sapere che da oggi l'incubo è finito, ……sentirsi la voce che pronuncia le parole è finita !!!, parole che la mente non riesce ancora riconoscere, dare il loro vero significato e trovare la dimensione dove racchiuderle, pensieri, ricordi, sentimenti che ti riempiono, girano, scuotono mente e anima.
Grazie Paolo per tutto che dai e grazie per quello che sei. :)
Si Marisa, certamente..... ci si legge, ci si ritrova, si cerca...baci.
Come sempre, un abbraccio e in bocca al lupo a TUTTI, in terapia, in attesa o post terapia, Gea

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 14:28
da Letizia
Paolo si ..è finita ..è l'inizio di cammino pieno di speranze e nuove emozioni e questa volta non ci sarà ritorno!
Posto il testo della tua canzone ...è veramente bello ..sono parole di speranza per tutti noi!
"Posso vedere chiaramente
ora che la pioggia è finita
posso vedere tutti gli ostacoli sul mio cammino
le nuvole nere che mi hanno reso cieco
se ne sono andate
Sarà un luminoso, luminoso giorno di sole
Penso che ora che la sofferenza
se n’è andata, posso farcela
e tutti qei cattivi sentimenti sono scomparsi
ecco l’arcobaleno per il quale ho pregato
sarà un luminoso, luminoso giorno di sole
Guardando tutto intorno
non c’è altro che cieli blu
guardando dritto di fronte a me
niente se non cieli blu
Penso che ora che la sofferenza
se n’è andata, posso farcela
e tutti quei cattivi sentimenti sono scomparsi
posso vedere chiaramente
ora che la pioggia è finita
sarà un luminoso, luminoso
giorno di sole”.
Grazie Paolo per tutto quanto, ti abbraccio forte ! Letizia
:group: :group: :group:

Immagine

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 14:56
da gioli477
Ciao Paolo...complimenti vivissimi per aver portato a termine una lunga ed astenuante terapia,
é stata dura ma ne é valsa la pena...quel negativo tanto sudato ora possa riconfermarsi sempre.
Ora via per una pronta e fruttuosa ripresa :beer:

Re: si parte,io e copegus..a cavallo di pegasys, giro di boa

Inviato: 26/03/2012, 15:03
da Nina81
Mamma mia Paolo,riesco ad immaginare solo un pò l'emozione di questo tuo momento...prima o poi tutti ci ritroveremo li, al traguardo e correremo come te verso la libertà!!!! Goditi appieno questo momento...goditi man mano che arriva anche la tua ripresa...spero ci verrai a raccontare anche quella,a noi fa molto piacere!!!
Un abbraccio grande grande... :group: :group: :group:
Nina