erba di...casa nostra

Integratori, prodotti erboristici, medicina alternativa di supporto
guido
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/04/2007, 17:31
Località: Valsolda (Co)
Contatta:

erba di...casa nostra

Messaggio da guido » 01/04/2007, 17:49

forse qualcuno sa già di quanto io sia interessato al cosiddetto "supporto" più che alla terapia. Ma, fortunatamente direte voi e certamente aggiungo io, sono una mosca bianca. Per il momento la terapia ufficiale è l'unica certezza, al resto possiamo dedicare la nostra (infinita) curiosità.

Apro questo argomento e a chiunque fosse interessato auguro buon lavoro!

Bando alle ciance. Ho sentito dire che le ORTICHE siano un vero toccasana per il fegato. Qualcuno ne sa qualcosa?
sorridere allunga la vita, ma soprattutto...la rende migliore

Avatar utente
Robyts
Messaggi: 2393
Iscritto il: 28/03/2007, 19:15
Località: Trieste

Messaggio da Robyts » 01/04/2007, 18:24

Guido vista la tua frase finale ti rispondo con un sorriso:

l'ortica serve eccome, trovi una pianta e ti ci rotoli sopra almeno così sai perchè ti gratti :lol: .
Dai a parte gli scherzi sinora dell'ortica non ho sentito nulla, mi informerò.
Robyts

guido
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/04/2007, 17:31
Località: Valsolda (Co)
Contatta:

Messaggio da guido » 01/04/2007, 19:11

e no Robyts, con le ortiche...non si scherza!!!
:D :D
sorridere allunga la vita, ma soprattutto...la rende migliore

amavero
Messaggi: 70
Iscritto il: 28/03/2007, 23:46

Messaggio da amavero » 01/04/2007, 19:37

Ciao guido,
cominciamo?..........................................................bene allora,
anche ame piace cercare,sperimentare,guggolare
e non ho ancora trovato relazioni dirette tra
ortica e fegato se non per il fatto che come quasi tutte
le piante officinali esercita comuncque attività depurativa
tonicizzante,sembra piu specifica per altri fastidi,contiene vitaminac
ma credo che difficilmente possa superare il quantitativo del cavolo ad es.
contiene inoltre sali minerali,potassio,manganese,ferro,calcio.
Par mia limitata esperienza personale posso dire queste cose (erbe,radici,piante,fiori ecc.)
aiutano notevolmnente nella gestione quotidiana dei "piccoloi disturbi" che ci affliggono
a patto che diventi un po "drastico" nelle scelte alimentari,
dopo il cotechino con zabaione cotto "HAI VOGLIA A MANGIARE ORTICHE";-))
Io ho provato il cariofo;non dico il virus.....ma anche le transaminasi si sbellicavano dalle risate :-)
in sostanza non ho trovato ancora l'alimento che aiuta nella forma "naturale"bisogna prendere queste cose
sotto forma di estratti secchi,tinture madri ecc,quindi concentrate e lasciate alla correttezza e profesionalità
di chi le prepara.
Il Tarassaco invece e sicuramente altre mille che scopriremo insieme :-) esotiche e non,hanno azioni mirate al nostri bisogni
!!!!!!!!!!!!!!NIENTE FA TUTTO AIUTA!!!!!!!!!!!!
ciao:-)

P.S.avendo voglia........i germogli casalinghi aiutano ad avere una digestione migliore; e...no ancora,il cotechino è
vivamente sconsigliato;-)
io mi sono trovato bene con diversi germogli:alfalfa,fieno greco,grano,soia,girasole ecc.
[size=125][color=red][b][i]può sempre peggiorare nel frattempo..faccio trip-hop e ascolto brioches.[/i][/b][/color][/size]

Avatar utente
Giulio
Messaggi: 2460
Iscritto il: 28/03/2007, 21:30
Località: Torino
Contatta:

Messaggio da Giulio » 01/04/2007, 20:15

ecco cosa ho trovato contiene molte vitamine ma del fegato non se ne parla è controindicata nelle insufficenze renali
fatti un giro in
http://www.arcobaleno.net/curiosita/pia ... ortica.htm
oppure fai una ricerca con google
by by Giulio-to

guido
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/04/2007, 17:31
Località: Valsolda (Co)
Contatta:

Messaggio da guido » 01/04/2007, 20:59

L'Ortica (Hurtica dioica), trascurata ed evitata dalla maggior parte delle persone, era assai apprezzata nei secoli addietro. Sappiamo da Aristofane (450-385 a.C.) che i Greci la usavano come alimento, ne erano addirittura ghiotti e avevano cura di raccoglierla «prima del ritorno delle rondini». Questo significa che i getti primaverili venivano consumati nel momento in cui l'organismo trae giovamento da alimenti con poteri disintossicanti, depurativi e che quindi l'Ortica era considerata anche sotto un profilo medicamentoso. La Scuola Salernitana riconosceva l'Ortica come pianta medicamentosa atta a dare «il sonno agli ammalati, togliere il catarro». L'Ortica era per le persone intenditrici di magia la pianta capace di «fare diventare coraggioso e non temere alcunché, essere libero da ogni inquietudine».

Nel secolo scorso l'Ortica è stata particolare oggetto di studio e venne considerata un ottimo emostatico, un antidiarroico (o almeno regolatore dell'intestino), un antidiabetico, un depurativo generale dell'organismo con efficace effetto nelle malattie croniche della pelle, buon rimedio in caso di cancrena, stimolante digestivo, ecc... L'Ortica fu anche usata per lo studio e l'estrazione della clorofilla. L'Ortica trova anche al giorno d'oggi un buon uso in veterinaria.

Uso interno Depurativo dell'organismo. Decotto. Fare bollire g 50 di pianta di Ortica (foglie e fusto) in un litro di acqua fino a quando il liquido si riduce a metà. Dopo averlo filtrato mettere il decotto in una bottiglia che va tenuta in luogo fresco. Berne due o tre bicchierini al giorno.

Uso culinario L'Ortica non va considerata solamente un'«erba» da usare come medicamento a cui ricorrere per sanare i nostri malanni, ma è una pianta a cui è bene ricorrere il più spesso possibile come «ortaggio» specie in primavera per le sue proprietà depurative e demineralizzanti.
I getti freschi sono ottimi in insalata, appena scottati; con essi si fanno minestre vellutate e molto delicate. Si possono mangiare come contorni, come Spinaci, da soli o mescolati agli Spinaci veri o a altri ortaggi. Per raccogliere le Ortiche, occorre solamente un po' di coraggio; bisogna avvicinarsi alla pianta senza troppa cautela, anzi se si raccolgono i giovani getti (le punte non ancora fiorite) con una certa decisione, essi non pungono affatto.

Se si vuole raccogliere tutta la pianta è bene ricordare che il potere urticante è meno forte dopo la pioggia e nelle ore di maggior sole. Minestra di Riso e Ortiche. Fare imbiondire una piccola Cipolla in poco condimento. Aggiungere due manciate di foglie di Ortica appena tagliuzzate, farle appassire un momento. Aggiungere brodo o acqua nella quantità desiderata. Al momento dell'ebollizione aggiungere il Riso necessario per ottenere la densità desiderata. Crema di Ortiche. Soffriggere un po' di Cipolla e uno spicchio d'Aglio tagliati molto fini. Aggiungere due o tre manciate di foglie di Ortica. Quando queste sono appassite, passarle al passaverdure o frullarle. Rimettere il passato nella pentola. Quando comincia a bollire aggiungere due cucchiai di maizena o di farina di grano girando continuamente. Quando il tutto sta per rapprendersi aggiungere acqua o brodo caldi.
sorridere allunga la vita, ma soprattutto...la rende migliore

guido
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/04/2007, 17:31
Località: Valsolda (Co)
Contatta:

Messaggio da guido » 01/04/2007, 21:13

amavero ha scritto:...non ho ancora trovato relazioni dirette tra
ortica e fegato se non per il fatto che come quasi tutte
le piante officinali esercita comuncque attività depurativa
tonicizzante... Io ho provato il carciofo;non dico il virus.....ma anche le transaminasi si sbellicavano dalle risate :-)
in sostanza non ho trovato ancora l'alimento che aiuta nella forma "naturale"bisogna prendere queste cose
sotto forma di estratti secchi,tinture madri ecc,quindi concentrate e lasciate alla correttezza e profesionalità
di chi le prepara.
Il Tarassaco invece e sicuramente altre mille che scopriremo insieme :-) esotiche e non,hanno azioni mirate al nostri bisogni
.....i germogli casalinghi aiutano ad avere una digestione migliore; e...no ancora,il cotechino è
vivamente sconsigliato;-)
io mi sono trovato bene con diversi germogli:alfalfa,fieno greco,grano,soia,girasole ecc.
Bene Amavero, sono d'accordo con te, il tarassaco, i germogli, le ortiche non fanno "il" miracolo, ma hanno comunque proprietà importanti per il nostro organismo e soprattutto per la nostra anima. Contengono vita.
Ecco perchè io cerco questi alimenti (adoro le ortiche, nel risotto, nella minestra...).
sorridere allunga la vita, ma soprattutto...la rende migliore

guido
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/04/2007, 17:31
Località: Valsolda (Co)
Contatta:

Messaggio da guido » 01/04/2007, 21:17

Giulio ha scritto:ecco cosa ho trovato contiene molte vitamine ma del fegato non se ne parla è controindicata nelle insufficenze renali
fatti un giro in
http://www.arcobaleno.net/curiosita/pia ... ortica.htm
oppure fai una ricerca con google
by by Giulio-to
Ho dato un'occhiata, grazie Giulio! :)
sorridere allunga la vita, ma soprattutto...la rende migliore

amavero
Messaggi: 70
Iscritto il: 28/03/2007, 23:46

Messaggio da amavero » 02/04/2007, 1:44

azioni antivirali ovviamente a parte,credo che la cottura distrugga la maggior parte delle sostanze (minerali esclusi)utili;io quando mangio "così"cerco sempre di non cuocere il piu possibile e fra l'altro vedo che una alimentazione quasi crudista mi aiuta nela digestione e mi toglie il senso di gonfiore,però i cannelloni con le ortiche li mangio cotti!! :lol:
[size=125][color=red][b][i]può sempre peggiorare nel frattempo..faccio trip-hop e ascolto brioches.[/i][/b][/color][/size]

guido
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/04/2007, 17:31
Località: Valsolda (Co)
Contatta:

Messaggio da guido » 02/04/2007, 14:03

sono d'accordo con te ama', l'alimentazione a crudo è spettacolare! Pensa che io mi faccio di quelle insalatone primaverili fantastiche, ci metto persino le primule...

L'unico ortaggio che non mangio crudo sono le melanzane, gli altri tutti, ma proprio tutti!

8)
sorridere allunga la vita, ma soprattutto...la rende migliore

Rispondi