Cannabis.

Integratori, prodotti erboristici, medicina alternativa di supporto
incura26
Messaggi: 7
Iscritto il: 16/03/2013, 14:36

Cannabis.

Messaggio da incura26 » 17/03/2013, 9:41

buona domenica a tutti voi.

Da me ( in svizzera) viene consigliato usare cannabis durante la terapia di interferone e ribavirina.

Per il momento ho letto molto poco a proposito di questo argomento in questo forum.

Io la trovo insostituibile, mi fa mangiare, mi fa passare la nausea, dolori, depressione, mi fa fare 2 risate, mi toglie gli spasmi, mi fa dormire, mi toglie i bruciori.
(p.s. ho un dott. farmacista in famiglia, nel momento in cui scrive non esiste NESSUN Medicamento che abbia anche solo la metà dei benefici, senza effetti collaterali......).

la uso solo la sera prima della cena.

COsa ne pensate?
p.f. niente moralismi, se abbiamo l'alcool legale( 1 causa di morte in europa) e la canapa no( non si muore di canapa...), dobbiamo ringraziare i petrolieri e le grosse multinazionali farmaceutiche.

FIn dall'antichità la canapa è sempre stata usata ( la costituzione americana è stata scritta sulla canapa...), e fra i 15000mila usi, il più stupido è fumarla.

Chi volesse approfondire la storia che lha portata ad essere "illegale":
documentario:
http://www.youtube.com/watch?v=mEqOaOdH7YQ

Beppe grillo:
http://www.youtube.com/watch?v=e3v9ncB-HtI



buona domenica!!!

Avatar utente
Annina
Messaggi: 10213
Iscritto il: 06/11/2007, 19:35
Località: Torino-Roma

Re: Cannabis.

Messaggio da Annina » 21/03/2013, 11:12

ciao incura
sicuramente il problema della cannabis in Italia esiste...essendo illegale sai com'è!!! :eheh: :eheh:
..non vorrei tanto sviscerare sui perchè lo sia.. ora direi che la questione è un'altra..
ammetto che ai tempi della terapia chiesi consiglio ad un amico medico/psichiatra.. non volevo prendere tranquillanti/calmanti/sonniferi e questa mi sembrava la soluzione più "naturale".. morale, provai una volta e per me fu un disastro!!ahahaha altro che depressione..castelli di pensieri e nessuno bello!!!
detto questo i pensieri che a me frullano in testa ora, sulla questione da te aperta, sono principalmente 2 (sempre considerando il piccolo particolare che quì continua ad essere illegale..)
1) gli effetti sulla psiche che ognuno può avere
2) che secondo me è il + importante e merita riflessione, non sappiamo se possa avere interazione con i medicinali.. sia nella duplice che soprattutto nella triplice..

detto questo posto alcune cose..
il primo è trattato dal sito della LILA (lega italiana per la lotta contro l'Aids)
"PER LE PERSONE SIEROPOSITIVE CHE ASSUMONO LE TERAPIE ANTIRETROVIRALI
E' bene sapere che: in generale non ci sono evidenze di interazioni significative tra i farmaci antiretrovirali e i derivati della cannabis ma alcuni piccoli studi condotti sull'utilizzo di derivati della cannabis e Crixivan (indinavir), Viracept (nelfinavir) e Norvir (ritonavir), rilevano un leggero aumento della concentrazione del THC e quindi della tossicità (che si manifesta con paranoia). Il principio attivo della marijuana, THC e i suoi metaboliti, sono metabolizzati dal CYP3A4 e dal CYP2C9. Gli inibitori di tale CYP come gli IP indinavir (Crixivan), nelfinavir (Viracept) e ritonavir (Nota bene: principio attivo contenuto in Norvir e nella co-formulazione Kaletra) possono interferire con il metabolismo della marijuana e aumentare il rischio di tossicità. Quindi le persone che sono in terapia e consumano cannabis potrebbero sperimentare un lieve aumento degli effetti psicoattivi legati al THC.
A livello sperimentale è stata riportata potenziale interazione con gli IP quali Atazanavir (Reyataz) e Darunavir (Prezista), Lopinavir (Kaletra) e Saquinavir (Invirase).
Non sono riportate interazioni con NRTI, NNRTI, maraviroc (Celsentri) e raltegravir (Isentress)."
http://www.lila.it/it/infoaids/49-sosta ... nabis.html

questo invece è dell'AIFS (associazione italiana per lo studio del fegato)
"L’esposizione ai cannabinoidi in vitro ed in vivo determina un incremento della fibrogenesi e quindi della deposizione di tessuto cicatriziale che potrebbe determinare una più rapida progressione della fibrosi epatica. Alcuni studi francesi hanno riportato una più rapida progressione dell’epatite C verso la cirrosi in consumatori di cannabis. Pertanto il consumo di cannabis e derivati è sconsigliato nei soggetti con epatopatie croniche"
http://www.simg.it/Documenti/Rivista/2009/04_2009/4.pdf

infine mi son consultata con Ivan Gardini e posto anche la sua risposta con un allegato che ho trovato molto interessante
" Direi che bisogna separare le cose.
Non ho trovato evidenze cliniche che la cannabis “migliori i risultati della terapia”, se non attraverso un effetto indiretto di una presunta migliore aderenza perché l’effetto di cannabis può aiutare a gestire meglio gli effetti collaterali, ovvero ci sono diversi commenti positivi sul fatto che un uso medico del principio attivo della cannabis può alleviare sintomi dei dolori associati ad una patologia, e, verosimilmente anche gli effetti collaterali di un trattamento, ma è anche verso che ci sono molte evidenze cliniche che un uso quotidiano può peggiorare lo stato del fegato (allegati)
Che il soggetto in questione abbia poca fibrosi, non vuole dire assolutamente nulla, le ricerche cliniche sull’uso quotidiano di cannabis affermano altro.
Interessante questo sito
http://medicalmarijuana.procon.org/view ... nID=000217 (conn google è facilmente traducibile ;))
che offre i pro e i contro con citazioni scientifiche sull’uso della cannabis, dove alcuni esponenti affermano che un uso moderato può aiutare ad alleviare i sintomi di un trattamento, ed altri esponenti affermano che un uso metodico espone a rischi ben peggiori.

Sono quindi molto perplesso che un epatologo “incoraggi” l’uso di cannabis e si sbilanci in affermazioni così azzardate." (in italia lo sarebbe ovviamente a maggior ragione...)

...e ora come sempre..libero arbitrio..
Annina - Moderatore non medico
grazie per voler compilare i SONDAGGI

Per Consulenze Mediche utilizzare L'Esperto Risponde

geno 2a/2c
ultimo esame 10 anni post tera negativo!! :)

Avatar utente
daniRM
Messaggi: 1990
Iscritto il: 28/03/2007, 18:53
Località: Roma/Torino

Re: Cannabis.

Messaggio da daniRM » 21/03/2013, 11:44

http://it.wikipedia.org/wiki/Marijuana#cite_note-38

Uso terapeutico

È teoricamente consentito l'uso terapeutico di preparati medicinali a base di marijuana debitamente prescritti secondo le necessità di cura[35]. Il 2 maggio 2012, il consiglio regionale della Toscana ha approvato la legge che autorizza l’utilizzo della cannabis a scopo terapeutico nella regione[36], seguita il 31 luglio dello stesso anno da una legge regionale della Liguria[37]. Nonostante ciò la situazione è tale che per via della difficoltà effettiva dell'ottenere una regolare prescrizione o per i costi notevoli del farmaco a base di marijuana, in Italia moltissimi malati, per curarsi, sono costretti a comprarla dagli spacciatori o a coltivarla in proprio, rischiando il carcere.

Il 23 gennaio del 2013 la cannabis è entrata in tabella 2, quindi rientra anche nell'uso terapeutico.[38]

------------------------------------------------

Ciao a tutti, questo da Wikipedia. Personalmente non sono contraria, ne ammazza di più il più blando psicofarmaco che dà anche dipendenza .. quindi direi che il problema in Italia è pretestuoso, fa parte di un pregiudizio. Infatti in Svizzera e non solo, viene addirittura consigliata. Volevo solo dire il mio parere. Ciao a tutti :)
1° tentativo 2009 - non-responder
2° tentativo 2010 - Pegasys 180 + 5 Rebetol - Interrotta al 4° mese
1b - in lista trapianti

Avatar utente
laura.
Messaggi: 2003
Iscritto il: 14/02/2011, 17:17
Località: castelli romani

Re: Cannabis.

Messaggio da laura. » 22/03/2013, 19:31

Ciao incura26
qui si dice sempre che è un bene seguire il consiglio del medico...dunque... :up:
sull'argomento legalità penso che la storia e l'evidenza possano insegnare più di qualsiasi ragionamento...
Riguardo all'uso di psicofarmaci durante la terapia, beh! la mia esperienza è stata devastante :na:
Ancora dopo oltre un anno dalla fine della terapia, ho dei farmaci da "smaltire", ed ho dovuto lottare a lungo finora senza un reale appoggio medico!
Penso, da quello che personalmente ho vissuto, e dunque senza pretese assolutistiche, che spesso i medici che somministrano psicofarmaci in terapia non abbiano tanta consapevolezza, e forse con leggerezza pensano di "capire" persone, cuori, complessità umane che difficilmente poi sanno controllare... Sono d'accordo con Dany sulla maggiore tossicità di questi psicofarmaci (purtroppo non posso fare nomi, ma a me hanno riempito prorpio!) rispetto al danno che può provocare l'uso della cannabis, su cui (appunto) pregiudizi e false credenze sono spesso preponderanti rispetto alle ricerche scientifiche...
Chissà se sarebbe stato meglio fumare per me? ... io penso proprio di si!
In CAB a tutti amici miei!
HCV 1a / 5.800.000 Ui/ml
inizio tera 20.01.11
fine tera 19.01.12
20 mesi post: non rilevato

incura26
Messaggi: 7
Iscritto il: 16/03/2013, 14:36

Re: Cannabis.

Messaggio da incura26 » 29/03/2013, 10:06

Annina ha scritto: ......
...

infine mi son consultata con Ivan Gardini e posto anche la sua risposta con un allegato che ho trovato molto interessante
" Direi che bisogna separare le cose.
Non ho trovato evidenze cliniche che la cannabis “migliori i risultati della terapia”, se non attraverso un effetto indiretto di una presunta migliore aderenza perché l’effetto di cannabis può aiutare a gestire meglio gli effetti collaterali, ovvero ci sono diversi commenti positivi sul fatto che un uso medico del principio attivo della cannabis può alleviare sintomi dei dolori associati ad una patologia, e, verosimilmente anche gli effetti collaterali di un trattamento, ma è anche verso che ci sono molte evidenze cliniche che un uso quotidiano può peggiorare lo stato del fegato (allegati)
Che il soggetto in questione abbia poca fibrosi, non vuole dire assolutamente nulla, le ricerche cliniche sull’uso quotidiano di cannabis affermano altro.
Interessante questo sito
http://medicalmarijuana.procon.org/view ... nID=000217 (conn google è facilmente traducibile ;))
che offre i pro e i contro con citazioni scientifiche sull’uso della cannabis, dove alcuni esponenti affermano che un uso moderato può aiutare ad alleviare i sintomi di un trattamento, ed altri esponenti affermano che un uso metodico espone a rischi ben peggiori.

Sono quindi molto perplesso che un epatologo “incoraggi” l’uso di cannabis e si sbilanci in affermazioni così azzardate." (in italia lo sarebbe ovviamente a maggior ragione...)

...e ora come sempre..libero arbitrio..
Ciao Annina, grazie della risposta.

Allora.

Per la fibrosi: VERISSIMO!!!!
il mio epatologo difatti mi ha consigliato l'assunzione tramite vaporizzatore(vapore caldo), evitando la combustione ed il tabacco.

Personalmente, fumo cannabis a scopo ricreativo ( a fine giornata, a mò di gratificazione per aver fatto le mie cose durante la giornata, lavorato, e fatto il padre) da 10 anni.

Tramite il fibroscan ( e pure lepatologo si aspettava almeno in qualcosina, essendo un fumatore da lunga data...), si aspettava di trovare almeno un f1.
ed invece......F0!!!!!!
f0 sta per nessun segno di fibrosi, fegato sano.
f4 invece è il massimo.

(p.s. non consumo alcool..........)



IL mio epatologo, ci ha tenuto a precisare, non va a consigliare di fumare cannabis a chi non lo fa, a chi già di suo fuma cannabis, consiglia di non smettere assolutamente durante il trattamento.
Dice che c'è più probabilità di sopportare meglio gli effetti collaterali.


Per quel che riguarda l'effetto....è molto personale.
Ho un sacco di amici che andavano solo in paranoie, ma è soggettivo.
Per esperienza io NON fumo quando sono particolarmente depresso, in quanto amplifica molto il tuo stato d'animo attuale.

L'effetto dunque è moooolto soggettivo.


Personalmente, senza cannabis non riuscirei a sopportare la terapia, sopratutto per quel che riguarda nausea, dormire, bruciori di stomaco, crampi e dolori muscolari e mangiare.

Grazie a tutti per il confronto e la discussione, senza tirare in ballo pregiudizi ma solo pareri personali e fatti obbiettivi ( o come annina addirittura studi medici).

Avatar utente
Maurizio351
Messaggi: 498
Iscritto il: 22/04/2013, 15:55
Località: Roma Nord

Re: Cannabis.

Messaggio da Maurizio351 » 27/04/2013, 8:21

[editato]
Gruppo !a- nterleuchina TC Positivo :)

Avatar utente
Maurizio351
Messaggi: 498
Iscritto il: 22/04/2013, 15:55
Località: Roma Nord

Re: Cannabis.

Messaggio da Maurizio351 » 28/04/2013, 7:47

psicologicamente,in italia,trovo stressante in terapia andare a caccia di erba buona e l'hashish mi deprime presumo possa essere il quanto tabacco e il come lo si assume ...
siamo ad aprile e la stagione biologica è praticamente finita ;)
aggiungo che comunque l'abuso è fatalmente paranoico..... le dosi dovrebbero essere personalizzate attentamente e il pusher non rilascia bugiardini :wtf:
senza contare il rischio psicologico in uno stato complessivamente giu del cane che si mangia la coda->se non lo faccio sto male peggio
comunque se incura26 dovesse capitare a roma e volesse condividere ;)se ne discute a quattr'occhi e quattro mani :welcome1: a terapia finita con successo per entrambi :beer:

se poi è soltanto questione digerire rilassrsi dormire magari la camomilla può aiutare :)e lo dico seriamente/personalmente ;)
[editato]da me con l'aggiunta di parecchie cosucce spero senza,ai vostri occhi,stravolgimenti :lol:
Gruppo !a- nterleuchina TC Positivo :)

sandogat
Messaggi: 17
Iscritto il: 21/05/2013, 18:43
Località: roma

Re: Cannabis.

Messaggio da sandogat » 04/06/2013, 12:29

ciao maurizio! sono un new entry. in terapia come te dal 13 mag, credo di essere fortunato (in parte) sono alla 4 pega e ieri sera o rinunciato allla tachi, sto uguale, senza sintomi per ora. quindi se ho risparmiato mi posso fare uno spinello, e dal mio punto di vista va bene. se mi cura anche la depressione, inappetenza,nausea,va meglio. ps sono di roma centro chissà che un giorno..

Avatar utente
gabri58
Messaggi: 796
Iscritto il: 06/12/2011, 12:31

Re: Cannabis.

Messaggio da gabri58 » 04/06/2013, 21:29

:welcome1: Ciao Sandogat sei troppo forte auguroni per la tera!!!
Y es cosa manifiesta que no se estima lo que poco cuesta
M. Cervantes Saavedra

sandogat
Messaggi: 17
Iscritto il: 21/05/2013, 18:43
Località: roma

Re: Cannabis.

Messaggio da sandogat » 11/06/2013, 12:27

ciao gabry, ti ho capito sai? io chiedo solo un po' d'amore e lo prendo dove c'è e provo a restituirlo. Non ho ricette, qualcuno che conosco ha esperienze spiacevoli anche col silenzio però da qui a demonizzarlo mi sembra troppo! Come diceva il buon Carol, non abbiate paura! Leggete, fatevi consigliare da chi ne sa, ciao

Rispondi