termini di ricorso

Domande generali sull'indennizzo. Risponde l'Associazione EpaC Onlus
salvo57
Messaggi: 17
Iscritto il: 13/06/2010, 20:48

termini di ricorso

Messaggio da salvo57 » 11/09/2011, 10:21

Gentilissimi amici vorrei chiedervi se potete aiutarmi a conoscere quanto segue: nerll'OTTOBRE 2010 ho presentato ricorso contro la CMO al Ministero a Roma, a tutt'oggi settembre 2011 non ho ricevuto risposta.Sono preouccupato perche' potrei andare fuori tempo nel presentare ulteriore ricorso Al Tribunale della mia provincia per come dice la legge.Cosa mi consigliate? Conviene attendere una loro risposta o ritenerla Negativa e procedere a detto Ricorso in Tribunale?
Grazie a tutti
buona giornata

Avatar utente
Gea
Messaggi: 610
Iscritto il: 07/04/2010, 10:12

Re: termini di ricorso

Messaggio da Gea » 11/09/2011, 12:49

Ciao Salvo, il ricorso l'hai presentato tu con una lettera simile a questa

http://www.movimentodeicittadini.it/doc ... o_l210.doc

oppure hai dato il mandato ad un legale di occuparsene .......rappresentarti e aggire nei tuoi interessi?

Se è stato il legale, chiamalo e chiedi informazioni, perchè potrebbe aver fatto solo una cosa chiamata "messa in mora", per interrompere la scadenza dei tempi consentiti, la prescrizione......cioè 30 gg dal ricevimento della notifica CMO del verbale con parere negativo.

Se hai inviato tu una lettera scritta e firmata di tuo pugno, come il link di sopra, sbrigati e cercati un legale che abbia esperienza in materia.
In Italia esiste una legge chiamata "legge Pinto" che condanna la lentezza e una durata eccessiva dei processi ( ricorsi, cause civili,ecc) e daanche diritto di risarcimento......è poco, se non erro cca. 1000 euro per ogni anno in più di un normale numero di udienze e del iter processuale. In bocca al lupo, Gea
Gea
Chi vede per la prima volta gli orrori di un carcere,un manicomio,un ospedale,l’abisso di sofferenza umana,arricchisce la propria visione del mondo,per l’impressione che suscitano in lui queste cose -Jung

Avatar utente
Gea
Messaggi: 610
Iscritto il: 07/04/2010, 10:12

Re: termini di ricorso

Messaggio da Gea » 11/09/2011, 14:13

Legge 210/92
ARTICOLO 5
1. Avverso il giudizio della commissione di cui all'art. 4, è ammesso ricorso al Ministro della
sanità. Il ricorso è inoltrato entro trenta giorni dalla notifica o dalla piena conoscenza del
giudizio stesso.
2. Entro tre mesi dalla presentazione del ricorso, il Ministro della Sanità, sentito l'ufficio
medico-legale, decide sul ricorso stesso con atto che è comunicato al ricorrente entro
trenta giorni.
3.

È facoltà del ricorrente esperire l'azione dinanzi al giudice ordinario competente entro un
anno dalla comunicazione della decisione sul ricorso o, in difetto, dalla scadenza del
termine previsto per la comunicazione.



Entro tre mesi( 90gg incluso i giorni festivi) dovevano sentire l’ufficio med. leg. e dalla data del parere legale entro altri 30 giorni dovevano comunicarti qualcosa. Ammesso che il parere del med. legale coincide con il 90essimo giorno + 30…….dopo 120 giorni ti dovevano comunicare qualcosa.

Il comma 3 dice che : entro un anno( 365 giorni ) dalla scadenza prevista per la comunicazione ( quindi trascorsi 90+30 giorni), tu puoi rivolgerti tramite un avvocato al giudice ordinario.
Calcola 120 giorni da quando hai depositato ricorso e aggiungi altri 365 per stabilire se sei ancora in tempo di fare un atto citazione in sede legale->tribunale giudice ordinario -> causa civile………penso che sei ancora in tempo, Gea

P.S. non sono un legale.....ho fatto solo un po' di calcoli :timido:
Gea
Chi vede per la prima volta gli orrori di un carcere,un manicomio,un ospedale,l’abisso di sofferenza umana,arricchisce la propria visione del mondo,per l’impressione che suscitano in lui queste cose -Jung

Avatar utente
Michele_roma
Messaggi: 582
Iscritto il: 02/11/2010, 16:01

Re: termini di ricorso

Messaggio da Michele_roma » 11/09/2011, 17:38

Scusa Salvo,

ma tu hai mai chiamato il ministero per sapere lo stato della tua pratica ?

Tieni conto che ci vuole parecchio perchè la pratica venga protocollata e arrivi all'ufficio competente, dopodichè i tempi si velocizzano e quando arriva al medico che deve decidere... lo fa in brevissimo tempo. In ogni caso, se puoi andare di persona al ministero (non so dove risiedi) ti consiglio di farlo, serve per conoscere di persona le persone a cui poi telefonerai per seguire la pratica.
La decisione se avviare o meno una causa legale sui tempi di risposta è una decisione che devi prendere in piena libertà e coscienza, io, a suo tempo, nonostante le pressioni del legale che aveva presentato il mio ricorso, decisi di non intraprenderla perchè il rapporto costi/benefici era assolutamente sfavorevole.
E' utile invece di seguire almeno telefonicamente l'iter della pratica e di farsi "sentire" spesso al ministero.
Se ti spulci i forum precedenti, diedi a klody anche i numeri e i nominativi delle persone da chiamare.
Per qualsiasi cosa comunque, chiedi pure liberamente.
Michele_roma Moderatore non medico,
x Consulenze mediche utilizzare L'Esperto Risponde

Genotipo 3a
5 anni post-tera negativo

Avatar utente
Gea
Messaggi: 610
Iscritto il: 07/04/2010, 10:12

Re: termini di ricorso

Messaggio da Gea » 11/09/2011, 21:03

Ma certo Michele. Sono la prima dire, come l’ho già scritto nei vecchi posti, di evitare spese legali laddove esiste la modulistica e/o si può fare da soli. E’ ovvio che nessuno parte sparato con un azione legale prima di informarsi e controlare lo stato della sua pratica. Nessuno può pensare di iniziare immediatamente un processo. Sbrigarsi raccogliere dati, informazioni, sentire pareri, mettersi in contatto con il legale di fiducia e soprattutto rispettare i tempi. Non si può avviare una procedura legale, quando il ministero sta ancora nei tempi previsti per dare una risposta. La legge Pinto, che avevo nominato, non si applica solo perchè uno è in attesa di un verbale.
Se c'è un verbale sfavorevole si può pensare a far qualcosa ma anche in quella situazione si deve valutare tutto in base alla motivazione del rigetto. Credo che era abbastanza chiaro.

Non solo telefonare e chiedere informazioni, esistono anche forme scritte di sollecito e non ci vuole l'avvocato.

Immagine

Immagine

Tu sei molto più aggiornato di me su indirizzo e nr. telefonici del ministero…..sicuramente l’indirizzo dei moduli di sopra non corrisponde a quello attuale, forse cambiata anche la sezione del ministero, che se ne occupa…….ma è abbastanza chiaro che si va passo per passo risolvere un problema. Ciao!
Gea
Chi vede per la prima volta gli orrori di un carcere,un manicomio,un ospedale,l’abisso di sofferenza umana,arricchisce la propria visione del mondo,per l’impressione che suscitano in lui queste cose -Jung

salvo57
Messaggi: 17
Iscritto il: 13/06/2010, 20:48

Re: termini di ricorso

Messaggio da salvo57 » 11/09/2011, 21:47

Carissimi, grazie per le vostre immediate ed interessanti risposte.Ho fatto ricorso, semplicemente, con un modestissimo aiuto in forma amichevole di un avvocato.Nel mese di Luglio scorso ho incaricato un mio amico che abita a Roma ad informarsi presso la seda del Ministero.La risposta ricevuta e' stata che tra 5-6 mesi saro' chiamato a visita.Ecco allora il motivo della mia preouccupazione, tra 5-6 mesi saranno passati abbondantemente i tempi consentiti per un eventuale ricorso in Tribunale.Cosa ne pensate? Posso fidarmi o mi conviene fare altro? Non vorrei essere precipitoso e sbagliare allungando i tempi con una causa in tribunale proprio ora che sto arrivando verso il traguardo , visto la patologia in atto.
grazie di cuore
buonaserata

Avatar utente
Gea
Messaggi: 610
Iscritto il: 07/04/2010, 10:12

Re: termini di ricorso

Messaggio da Gea » 11/09/2011, 23:23

Ciao Salvo, esiste " l'interruzione dei tempi di prescrizione"
Non so dirti se i moduli di sopra, i " solleciti", possono avere valore di interruzione dei tempi di prescrizione. Praticamente il tuo diritto di agire legalmente, decade se non lo fai entro un certo arco di tempo stabilito ........usando "l'interruzione dei tempi " con una lettera o sollecito, forse si può dare inizio ad una altro periodo di prescrizione, uguale al primo. Se non erro, anche i tempi per tutte le procedure amministrative ministeriale interne fino alla notifica, sono stati allungati, sicuramente a causa di tanti ricorsi presentati. Secondo me dovresti chiedere di nuovo al tuo amico avvocato se per questa tipologia di ricorso amministrativo esite "l'interruzione dei tempi" e se i 2 moduli , "solleciti", dal:
http://www.consiglio.regione.toscana.it ... izione.pdf
pag. 64-65, possono allungarti i tempi di attesa. Cerca prima di parlare di persona con gli uffici che ha nominato Michele. In bocca al lupo, Gea
Gea
Chi vede per la prima volta gli orrori di un carcere,un manicomio,un ospedale,l’abisso di sofferenza umana,arricchisce la propria visione del mondo,per l’impressione che suscitano in lui queste cose -Jung

Avatar utente
Michele_roma
Messaggi: 582
Iscritto il: 02/11/2010, 16:01

Re: termini di ricorso

Messaggio da Michele_roma » 12/09/2011, 11:15

Salvo, io posso solo dirti che nel mio caso tutto l'iter del ricorso (dalla presentazione al decreto) è durato 25 mesi. Nel tuo caso 12 ne sono già trascorsi, valuta tu il da farsi... tenendo in conto tutti i fattori (tempo, investimento etc.). Io non conosco bene i riferimenti normativi e posso parlare solo per la mia esperienza, che è limitata al ricorso... in quanto ho desistito dall'intentare un'azione legale per lo sforamento dei tempi previsti per la risposta.

@ Gea, il mio precedente intervento non voleva assolutamente porsi in contrato al tuo :)
Michele_roma Moderatore non medico,
x Consulenze mediche utilizzare L'Esperto Risponde

Genotipo 3a
5 anni post-tera negativo

Avatar utente
Gea
Messaggi: 610
Iscritto il: 07/04/2010, 10:12

Re: termini di ricorso

Messaggio da Gea » 12/09/2011, 12:02

Ma stai scherzando Michele, non l'ho sentito affatto in contrasto.......anzi benvenga qualcuno che ha dei numeri di telefono dove chi ha bisogno, può "rompere" :wink: .......i miei timori, visto la crisi, è che si aggrappa a qualsiasi motivo anche ad un errore di virgola da parte dei ricorrenti, pur di non pagare. Si sono inventati una marea di forme, circolari interne, allungamento tempi di procedura, ecc, pur evitare risposte, di girare la frittata, aspettando che uno rinuncia. Posso pur accettare il ritardo di pagamento ma che ti fa aspettare sine die una decisione e alla fine ti senti dire " signore, sono scaduti i tempi, lei non può più......" ........behhh, mi fa girare un po'.
Come le scuse della lunga burocrazia, pure noi vogliamo tutelarci e lasciare uno spazio libero per continuare ........se è possibile interrompere la prescrizione e non stare con il cuore in gola con la paura di non poter muoversi dopo, penso che sia umanamente comprensibile, anche per far capire che non c'è alcuna intenzione di mollare.
Tranquillo Michele, più indizi dai meglio è. Gli uffici dei ministeri ce ne sono tanti e se tu hai dei nr. di telefono, passali a chi ha bisogno......si spende meno per telefonare; ai legali credo che si bussa quando vedi che non c'è altra via.
I riferimenti a varie leggi penso che aiutano comunque, proviamo di capire se c'è qualche strategia. Michè, grazie veramente, Gea
Gea
Chi vede per la prima volta gli orrori di un carcere,un manicomio,un ospedale,l’abisso di sofferenza umana,arricchisce la propria visione del mondo,per l’impressione che suscitano in lui queste cose -Jung

Avatar utente
Michele_roma
Messaggi: 582
Iscritto il: 02/11/2010, 16:01

Re: termini di ricorso

Messaggio da Michele_roma » 12/09/2011, 12:13

Salvo,


se vuoi prova a contattare uno degli impiegati addetti ai ricorsi della 210 al ministero:
Sig. Santoro al numero 06/5994 2834
opprue 06/5994 2985
Michele_roma Moderatore non medico,
x Consulenze mediche utilizzare L'Esperto Risponde

Genotipo 3a
5 anni post-tera negativo

Rispondi