AGGIORNAMENTO AISF FOLLOW-UP POST TERAPIA

Ultime notizie e aggiornamenti dall'Associazione EpaC
Rispondi
Avatar utente
Annina
Messaggi: 10366
Iscritto il: 06/11/2007, 19:35
Località: Torino-Roma

AGGIORNAMENTO AISF FOLLOW-UP POST TERAPIA

Messaggio da Annina » 13/07/2018, 12:37

Il 20 giugno 2018 l'Aisf (Associazione Italiana per lo Studio del fegato) ha aggiornato le direttive su quali dovranno essere i controlli post terapia per chi è ovviamente guarito :)

Lo trovo estremamente importante per n. motivi:
- chi ha una malattia comunque avanzata (precirrosi e cirrosi ovvero F3 ed F4) deve ricordarsi che i controlli continuano fin quando e se vi sarà una regressione tale da farlo uscire dalle fasce più a rischio
- chi invece ha un quadro epatico buono (parliamo quindi di F0-F2) deve dargli un bacio in fronte!
- ci son troppi medici che ancora ci vorrebbero in ambulatorio per sempre...
- abbandonare, per chi può, i controlli ci aiuta mentalmente a uscire dal vortice del "malato" anche a livello psicologico.

"La negatività del HCV-RNA sierico, dopo almeno 12 settimane dal termine della terapia antivirale con i farmaci ad azione diretta (DAAs) contro il virus dell’epatite C (HCV), viene definita come risposta virologica sostenuta (SVR), la quale equivale alla guarigione dell’infezione. L’ottenimento della SVR si associa ad un arresto della progressione della malattia epatica e, in alcuni casi, ad una regressione della fibrosi. Nei pazienti che ottengono la SVR in presenza di una malattia epatica già avanzata, sono stati dimostrati la riduzione dello sviluppo o della progressione dei segni di ipertensione portale (es. sviluppo di varici esofagee e del loro sanguinamento), una riduzione della probabilità di progressione verso l'insufficienza epatica, il trapianto di fegato e la morte. I pazienti con fibrosi avanzata o cirrosi (METAVIR stadi F3-F4) e i pazienti con cirrosi scompensata che raggiungono la SVR rimangono a rischio, seppur ridotto, di sviluppare carcinoma epatocellulare (HCC).

Sorveglianza dei pazienti con fibrosi avanzata o cirrosi che ottengono la SVR

I pazienti con fibrosi avanzata o cirrosi epatica che ottengono la SVR devono continuare ad essere seguiti presso centro specialistico, in cooperazione con i Medici di Medicina Generale

Nei pazienti con fibrosi F3-F4 METAVIR, con cirrosi clinicamente evidente e/o con valori di Fibroscan >10 KPa al basale pre-terapia antivirale è consigliato effettuare una sorveglianza per lo sviluppo di HCC mediante l’esecuzione della ecografia del fegato, associata o meno al dosaggio plasmatico dei livelli di Alfa-Fetoproteina, a cadenza semestrale.
In tutti i pazienti con cirrosi epatica e in coloro che presentano un valore di Fibroscan >20 KPa e/o un valore di piastrine <150.000 elementi/mm3 al basale pre-terapia antivirale, è fortemente consigliata l’esecuzione di una esofago-gastroscopia per valutare l’eventuale presenza di varici esofagee. Il trattamento e il monitoraggio delle varici non differiscono da quanto suggerito per i pazienti con cirrosi, secondo le indicazioni di Baveno VI.
Benché lo sviluppo di scompenso clinico della malattia epatica dopo l’ottenimento della SVR sia un evento raro, è ragionevole associare allo screening per HCC anche un monitoraggio della funzione di sintesi epatica, mediante l’esecuzione degli esami di laboratorio e la valutazione clinica che consentano di calcolare i punteggi di Child-Pugh e di MELD.

Sorveglianza dei pazienti con fibrosi assente, lieve o moderata che ottengono la SVR

I pazienti con fibrosi epatica assente o lieve-moderata (METAVIR stadi F0-F2) e senza comorbidità al basale pre-terapia antivirale, a causa della bassissima probabilità di progressione della malattia epatica e di sviluppo di HCC, non hanno indicazioni a proseguire con il follow-up epatologico.
I pazienti con fibrosi epatica assente o lieve-moderata (METAVIR stadi F0-F2) al basale pre-terapia antivirale e che presentino comorbidità di danno epatico (es. sindrome metabolica, obesità, steatosi epatica, abuso alcolico, sovraccarico di ferro, autoimmunità, coinfezioni virali) rimangono a rischio di progressione della fibrosi. Il monitoraggio non invasivo dell’eventuale progressione della fibrosi epatica può essere proposto annualmente mediante l’esecuzione di esami biochimici riguardanti la funzionalità epatica, del Fibroscan e di una ecografia addome superiore. Non vi sono attualmente dati scientifici a supporto dell’esecuzione di uno screening ecografico semestrale per lo sviluppo di HCC in questa categoria di pazienti.
I pazienti con manifestazioni extraepatiche da HCV (sindrome crioglobulinemica), indipendentemente dalla presenza di cofattori di danno epatico, necessitano di periodico controllo specialistico ambulatoriale.

Strategie da adottare in caso di incremento dei valori di transaminasi dopo l’ottenimento della SVR

In tutti i pazienti che presentano un incremento dei valori di transaminasi dopo aver ottenuto la SVR è consigliabile effettuare un test (real-time PCR o TMA con un limite di rilevamento <e; 15 IU/ml) per la determinazione di HCV-RNA, al fine di documentare una possibile reinfezione da parte del virus. In caso di negatività di HCV-RNA la reinfezione è esclusa e pertanto devono essere cercate altre cause di incremento delle transaminasi.
In caso di reinfezione, è indicato un ritrattamento con DAAs unitamente ad un counseling, al fine di ridurre il rischio di contagio ad altre persone nell’immediato e di ulteriori reinfezioni nel tempo.
Nei pazienti che ottengono la SVR ma presentano fattori di rischio noti per una reinfezione da HCV (es. tossicodipendenti attivi, MSM o esposizione sessuale ad alto rischio) è consigliabile eseguire una volta l’anno il controllo del HCV-RNA sierico (real-time PCR o TMA con un limite di rilevamento ≤15 IU/ml), al fine di escludere una reinfezione, indipendentemente dalla severità del danno epatico."

fonte http://www.webaisf.org/pubblicazioni/do ... -2018.aspx
Annina - Moderatore non medico
grazie per voler compilare i SONDAGGI

Per Consulenze Mediche utilizzare L'Esperto Risponde

geno 2a/2c
ultimo esame 10 anni post tera negativo!! :)

Rispondi